Si chiude la seconda edizione di Giovani e Futuro Comune. Sono passati due anni da quando il progetto, ideato da Goodwill, è partito. Grazie al cofinanziamento di Fondazione CON IL SUD e Fondazione Vodafone, giovani provenienti da tutta la Calabria hanno potuto iniziare questo viaggio, alla scoperta della loro terra, di sè stessi e del mondo.

Soprattutto, il mondo del lavoro del quale hanno potuto conoscere meccanismi e dinamiche ed essere un passo avanti, quanto basta per capire che il talento non è una questione di geografia. In questi due anni i ragazzi che abbiamo incontrato, ci hanno fatto vedere come si cresce imprenditori, facendoci assistere ad un’evoluzione di pensiero e di spirito che abbiamo potuto toccare con mano nelle loro idee e nelle loro azioni. Hanno portato a casa gioie e delusioni, trovando sempre il coraggio di raccontare esperienze ed emozioni vissute senza condizionamenti, senza freni. Nel dialogo con le istituzioni, nella contrattazione con un fornitore, nel confronto con le comunità, i team vincitori non hanno mai taciuto le difficoltà di fare impresa, semmai gridandole a gran voce, si sono fatti avanti per creare piccoli importanti cambiamenti.

Ne siamo fieri! Siamo fieri che Argomens, Experience House, Otakube, Virtual Agorà e Microtech siano diventati best practice di rigenerazione urbana, l’esempio di come fare impresa a 18 anni, in Calabria con i beni comuni è un’impresa possibile. Da cittadini responsabili hanno promosso un’economia della condivisione, ripensando con le loro idee un futuro sostenibile, collaborativo, fondato sulla partecipazione a partire dalla valorizzazione di un bene comune nelle loro città.

Sono diventati innovatori sociali! Dopo aver vinto la Business Competition nel maggio del 2017, con il premio di 30 mila euro ricevuto, i team hanno iniziato a dare vita ai progetti di valorizzazione, ognuno nella propria città. Non è stato semplice, ma ce l’hanno fatta! Oggi Microtech, Experience House, Virtual Agorà, Argomens ed Otakube hanno in mano un bene comune e la responsabilità di farlo rivivere, in accordo con la comunità cui esso appartiene.

L’intero progetto Giovani e Futuro Comune si è sempre basato sul concetto di comunità e collaborazione. Sin dalla prima edizione ha coinvolto imprenditori locali, istituzioni, associazioni e aziende calabresi creando una rete di stakeholder che hanno dato forza e sostegno a più momenti. Come nel caso della web serie l’Impresa possibile. In questi due anni la metodologia è stata riconosciuta a livello europeo e in partnership con Spagna, Olanda e Portogallo Giovani e Futuro Comune è diventato Ent.E.R.Com, “Entrepreneurship Education through urban regeneration and common valorisation”, un progetto per la creazione di uno standard di riferimento destinato a tutti coloro che vogliono formare i giovani sui temi dell’imprenditorialità, con focus su rigenerazione urbana e valorizzazione dei beni comuni.

Giovani e Futuro Comune è stato un viaggio vissuto che si è spinto oltre i luoghi comuni, con tanto di rischi, imprevisti e traguardi. Per questo sogniamo di farlo rivivere, trasformandolo in una scuola permanente che possa agire sull’universo giovani dall’adolescenza fino alla laurea, perché formati sui temi della cultura d’impresa siano sempre un passo avanti, passo dopo passo!