Giulia, Nicoll e Ludovica ce l’hanno fatta. Il 25 aprile hanno inaugurato con la loro associazione Virtual Agorà il tour virtuale dedicato a Pitagora. Un tour che è costato loro parecchia fatica, tempo e pazienza, ma che alla fine ha dato i risultati sperati e anche di più.

Qualche mese fa alla fine di una chiacchierata ci avevano raccontato come in questo periodo fossero un po’ in tensione per l’evento, ma allo stesso tempo di come il team fosse affiatato e coordinato. Di come tutto stesse andando per come l’avevano programmato. E il 25 aprile ne è stata la conferma. Le ragazze sono state impeccabili e non hanno mai perso di vista l’obiettivo: valorizzare il Museo Pitagora e rendere la comunità protagonista. La comunità ha risposto all’imprenditorialità di queste giovani con una presenza che ha riempito la sala e una curiosità che ha coperto tutti i tour programmati dalle 13.00 alle 19.00.

Crotone2

Nella tenacia e nella determinazione di Giulia, Nicoll e Ludovica abbiamo visto il significato profondo di Giovani e Futuro Comune. Il modo in cui hanno padroneggiato la scena, presentato il loro team, raccontato il funzionamento del visore di realtà virtuale ideato per parlare di Pitagora, ricordato il loro percorso e l’importanza dei beni comuni. L’organizzazione puntuale di ogni momento ha lasciato a tutti lo spazio di arricchire una giornata già grondante di emozioni.

Il giovane team ci ha tenuto a ringraziare Paolo Guerriera e Maria Cirillo dell’associazione Arci “Gli spalatori di nuvole” che hanno curato la formazione nella prima fase del progetto per la provincia di Crotone. Alla presentazione sono intervenuti Francesca Gargiulo, Vicepresidente dell’associazione Goodwill, promotore del progetto “Giovani e Futuro Comune” che ha rimarcato come Virtual Agorà rappresenti il “bene comune” che la comunità di Crotone deve tutelare e supportare. Valentina Galdieri, Assessore alla cultura del Comune di Crotone, Santo Vazzano, presidente del Consorzio Jobel – ente gestore del Museo e dei Giardini di Pitagora e Francesco De Marco, esperto di patrimonio culturale che ha curato i contenuti del tour virtuale reso ancora più suggestivo dalle foto del giovane artista Vincenzo Lucenzo.

Per le ragazze di Virtual Agorà un altro viaggio è appena cominciato!