Ce l’hanno fatta e noi ne siamo stracontenti. Non dovremmo essere gli unici ad esserlo. Dovrebbero esserlo anche e soprattutto i cittadini di Rosarno, di Cosenza, di Pizzo Calabro, di Crotone e Catanzaro. Cinque nuove associazioni di promozione sociale sono nate nelle scorse settimane. Il merito è dei loro giovanissimi soci che confermano l’impegno di voler portare valore nella loro terra. Soci a poco più di di 18 anni di imprese nate dalle loro idee per stimolare la realtà in cui vivono, innovare e incuriosire coinvolgendo le comunità locali. Oggi Microtech, Experience House, Argomens, Virtual Agorà e Otakube sono associazioni di promozione sociale ufficialmente e legalmente costituite. Prontissime a fare delle loro passioni l’identità di una generazione attiva che ha voglia di fare.

Ognuno di loro adesso, ancora di più, sarà protagonista del cambiamento nella propria città. Nel modo che ha scelto, studiato, analizzato essere quello che può dare qualcosa in più al territorio. Il mese che ha battezzato le neo associazioni è stato gennaio. A fare da apripista Otakube il 9 gennaio, seguito da Microtech, Experience House, Argomens e Virtual Agorà.

Adesso inizia la fase degli investimenti, quella vera e propria fase di realizzazione. I team continueranno ad essere seguiti dai loro mentor, ma questo piccolo pezzetto di futuro ora è completamente nelle loro mani. Fiducia, responsabilità, coesione dovranno essere portate avanti e fare da mantra a tutti i team. In ogni provincia dovranno rafforzare la comunicazione con i cittadini e renderli partecipi di queste nuove trasformazioni. Essere pronti a curare e gestire in ogni aspetto la loro associazione.

A tutti va il nostro in bocca in lupo, continuate così!

“Ogni nuovo passo comporta il pericolo di un fallimento ed è qui che va ricercato uno dei motivi per cui la gente ha tanta paura della libertà.”