Bruxelles 20 settembre 2017, al Comeet+ Final Conference, la conferenza di chiusura del progetto Comeet+ c’eravamo anche noi. Titolo dell’evento “Training Community actors to Foster Entrepreneurship Education”, formare gli attori della comunità per promuovere l’autoimprenditorialità nei giovani. Presenti famiglie, insegnanti, policy makers, imprenditori, giovani che lavorano in agenzie pubbliche e istituzioni, tutti spinti dallo stesso interesse: avere un ruolo, formale o informale, nell’incoraggiamento dei giovani all’entrepreneurship.

I risultati presentati hanno fatto emergere l’importanza dello stimolo delle comunità educative e delle famiglie allo sviluppo di competenze imprenditoriali nei giovani. Qui la testimonianza di Giovani e Futuro Comune dove il sostegno delle comunità si fa parte determinante per la realizzazione delle idee di impresa dei ragazzi. In questa fase, infatti, i team delle cinque idee vincitrici dovranno stabilire delle partnership consolidando il coinvolgimento di associazioni, imprese e cittadini delle comunità locali, avvenuto nelle fasi precedenti del progetto. Professionisti e imprenditori che vogliono investire sui giovani, cittadini attivi che hanno a cuore la valorizzazione dei beni comuni, adesso potranno abbracciare i progetti dei nostri team dando sostegno al loro impegno.

Al Comeet+ final conference lo abbiamo raccontato, confrontandoci con le metodologie attuate e portate avanti in altri paesi europei dove scuola e famiglie contribuiscono a partire dalle scuole primarie a motivare figli e studenti all’autoimprenditorialità.

Perché, come qualche genitore ha detto “The entrepreneurial abilities are essential for life. Our kids need to have the will for winning but be able to lose and start again”.