13 team di giovani a un passo dal fare impresa, ognuno con un’idea per valorizzare un bene comune: 5 province, 4 speaker e mentor d’eccezione riuniti insieme a Gambarie (RC) in occasione della Masterclass conclusasi ieri. Tre giorni nel cuore dell’Aspromonte che hanno regalato a tutti uno scorcio d’aprile inaspettato. Tra neve e cielo terso i nostri team hanno respirato un’aria fresca e salutare fatta di confronto e contaminazione: con i suggerimenti di Nicola Palmarini, in collegamento da Boston, e Beppe Carrella, da Londra, i ragazzi hanno appreso cosa serve per scegliere al meglio il team, il brand e un mentor in grado di seguirti al meglio. Con Angelo Carnemolla hanno aperto il pensiero al concetto di efficacia personale per riuscire a trascinare il “bagaglio” anche quando fattori interni ed esterni lo rendono pesante. Coinvolti in attività di team working, i ragazzi hanno analizzato punti deboli e punti di forza, rendendosi conto di come ascoltarsi l’un l’altro sia imprescindibile quando si insegue un obiettivo e si ha un progetto da realizzare.

I team hanno quindi preso parte a sessioni di mentoring raccontando le loro idee davanti a Gennaro di Cello, Alessandro Avagliano e ai LETeam. Quindici minuti a ritmo serrato, scandito dalle domande oculate dei mentor che hanno sollevato dubbi e riflessioni, stimolando i ragazzi a ragionare e approfondire alcuni aspetti critici, innestando incertezza e anche un pizzico di voluta confusione. Dove confusione rappresenta la forza, lo spunto per imparare qualcosa di nuovo e fare meglio! Le indicazioni e i consigli dei mentor hanno aiutato ad azzerare ogni titubanza che il workshop di Alessandro Avagliano ha poi spazzato via definitivamente. Con lui i team, partendo dalla value proposition, hanno rimesso mano al business model, in alcuni casi stravolgendolo ma definendo meglio le idee.

L’obiettivo è stato raggiunto: adesso la bussola punta dritto alla prossima tappa, la Business Competition!