Local Education Team

Per ogni provincia c’è un Local Education Team (LETeam) rappresentato da associazioni/cooperative impegnate in modo diverso nel sociale, ma che hanno al centro dei loro obiettivi quello di accompagnare i giovani in un viaggio che punta a far emergere il loro potenziale educandoli all’autoimprenditorialità e a restituire valore ai beni comuni del loro territorio:

I LETeam si occupano della gestione dei laboratori formativi e del coinvolgimento delle comunità locali.

ECCO CHI SONO:

Vibo Valentia

Lab Duepuntozero, associazione che muove il dibattito sociale, condivide i temi dell’innovazione, incentiva la partecipazione collettiva, perché ci sia un movimento di coscienza che migliori lo stato sociale, faccia maturare una consapevolezza etica e raggiungere una democrazia culturale.

Catanzaro

MEET Project connette le persone e supporta la realizzazione di progetti che favoriscono il dialogo interculturale, il reciproco miglioramento e uno sviluppo sostenibile, inclusivo e intelligente dei territori.

Elio Lobello – Project&Event Manager – Trainer; e Viviana Gentile – project&Event Manager -Trainer, hanno detto sì al progetto, perché in linea con la mission della loro associazione, perché consapevoli che c’è bisogno di un nuovo modello di sviluppo più attento agli aspetti comunitari e le scuole, con i loro giovani, rappresentano il fulcro del cambiamento nel paradigma di questo sviluppo.

Reggio Calabria

Cooperativa NEMESIS – nel team Giovanna Maria La Face, architetto e formatore, Emilio Borgese e Gianluca Calaudi, entrambi agronomi e formatori, Francesco Cutrupi ingegnere e formatore e Roberta Malara, umanista con esperienza nella progettazione comunitaria, formatrice anche lei.

La cooperativa Nemesis è una start up che offre consulenza e assistenza legale tecnica e progettuale agli enti assegnatari di beni confiscati. Giovani & Futuro comune affronta una tematica molto sensibile alla cooperativa: restituire e creare qualcosa da un bene comune. Partecipare come partner e formatori locali in questo progetto significa per l’associazione poter contribuire a sensibilizzare i giovani, incoraggiarli all’azione consapevole, renderli capaci di realizzare idee forti e visionarie, stimolare il loro senso di appartenenza al territorio per fa sì che non lo abbandonino, ma anzi siano invogliati a scoprirne e metterne in risalto il potenziale.

Crotone

“Gli spalatori di nuvole”, associazione di promozione sociale, opera nel campo della cultura attraverso l’organizzazione di percorsi, manifestazioni ed iniziative che coinvolgono la collettività e in particolare i più giovani.

Paolo Guerriera e Maria Cirillo, entrambi da diversi anni nel campo del terzo settore, formatori e progettisti

Hanno colto la sfida impegnativa, quanto necessaria, di promuovere lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio. Il progetto si sposa con gli obiettivi dell’associazione di promuovere il protagonismo delle nuove generazioni, l’uso delle nuove tecnologie e l’inclusione digitale. A spingerli ad aderire al progetto, il percorso di crescita previsto per i giovani e la possibilità di creare una reale sinergia tra scuole, imprese, istituzioni e società civile per affermare un’economia sociale.